Cerca nel blog

Caricamento in corso...

mercoledì 29 agosto 2012

AV Linux 6.0 'The Now' , but the least...


E' stata rilasciata da poco la versione 6.0 di AVLinux, una distribuzione orientata alla produzione di contenuti multimediali, audio in particolare.
Così come le precedenti, questa versione è basata su Debian Squeeze, che di per se' è già garanzia di stabilità. Gira sia su PC che su Mac, in vari modi quali LiveDVD, LiveUSB o installato su hard-disk indipendente o dual-boot con altri SO.
In questo breve post analizzeremo brevemente quali sono i punti di forza di questa distro, ovvero il kernel, la configurazione ela dotazione software.

Il kernel
Il kernel di AVLinux 6.0 la versione è 3.0.36 a 32bit, patchato RT, che consente una schedulazione dei processi (RT = Real-Time) più efficace grazie all'utilizzo degli script rtirq-init attivi di default.
Per le macchine che hanno più di 4GB di RAM, cosa sempre più diffusa, è possibile utilizzare un kernel personalizzato scaricabile dal sito qui.
Il supporto hardware per i cosiddetti dispositivi “PRO” (M-Audio, Tascam, Echo, RME, ecc...) è molto migliorato, una lista parziale si può trovare qui

La configurazione
Il sistema è concepito per funzionare OOTB (Out Of The Box), quindi garantisce di default un buon ambiente su cui lavorare in bassa latenza, cosa fondamentale per lavorare con le varie DAW disponibili. Per quanto riguarda l'audio, tutto gira attorno a Jack (Jack Audio Connection Kit) aggiornato alla versione 0,121,3 , che si occupa di gestire le connessioni tra le connessioni audio e midi del kernel (Alsa, Firewire ecc...) e tra i vari programmi che ne fanno uso.
Come WM l'accoppiata LXDE/Openbox garantisce leggerezza, essenzialità ma nel contempo grandi possibilità di configurazione per gli utenti più esigenti. Ciò permette di utilizzare la distribuzione anche in macchine datate o con poca RAM.

Il software
E' disponibile sia software GNU, sia software proprietario.
Partendo dalle DAW, è possibile far girare sia la versione stabile di Ardour (2.8.14) sia la 3beta5 con supporto per i MIDI, con e senza pugin VST. 

Rosegarden, ottimo SW per audio/midi, è aggiornato alla versione 12,04.
Qtractor è presente nella versione 0,5,5, lo consiglio per la sua semplicità e compattezza, adatto a chi vuole lavorare con audio e midi (piano-roll ecc...) in modo un po' più “moderno”.
L'italianissima drum-machine Hydrogen è alla versione 0,9,6, e due nuovi drumkit sono pronti per l'uso (The Black Pearl è una meraviglia).
Per i chitarristi (ma non solo) c'è Guitarix, compilato con l'opzione per Jconvolver, il motore per gli effetti di convoluzione.

Manca Jamin per il mastering ma un buon rack costruito con Calf-JACK-host supplisce a questa carenza, e casomai con un apt-get install jamin passa la paura.
Non manca MIXXX, il sw per i Dj (la funzione “AutoDJ” è una pacchia...).
Ad affiancare Brasero per la masterizzazione fa il suo ingresso la killer-app per eccellenza: K3B.
Per il reparto “video” (da me non molto approfondito, a dire il vero), c'è Openshot (1.4.3a1) oltre che ai soliti LiVES, KDEnlive e Blender, per le animazioni 3D.
Concludo con LibreOffice 3,5 completo (Writer, Calc, Base, Impress...), chè può sempre servire.
Un'overview più dettagliata dei programmi è disponibile qui.

In conclusione, dopo qualche settimana di utilizzo, posso confermare la bontà della distribuzione, in termini di stabilità e di usabilità.
Ora veniamo al dramma, perchè di questo si tratta: sarà con buona probabilità l'ultimo rilascio fatto da GMaq che, per ragioni strettamente personali ma tuttavia condivisibili, ha rinunciato a portare avanti il progetto.
Questo è il rischio delle one-man-distro, soprattutto quando si tratta di software open-source scaricabile gratuitamente, che ha trasformato GNU-Linux nel paradiso degli sciacalli (“lo scarico tanto è gratis”). La riflessione da fare è molto più ampia, ma preferisco rimandarla.
Nel frattempo dono quattro palanche ad Ardour, con la speranza che non faccia la stessa fine.

PS: Il buon GMaq ha reso dispinibili dei video-tutorial per l'installazione e per l'utilizzo.

Nessun commento:

Posta un commento

Archivio blog